Museo del Design Italiano: Giovannetti c’è

In Triennale a Milano anche con Anfibio, Papillon, Bazaar e Teso

08aprile2019

I prodotti Giovannetti hanno un rapporto speciale con i musei di tutto il mondo, presenti in 13 Musei Internazionali e, già inseriti da diversi anni in Triennale a Milano, con l’inaugurazione del Museo del Design Italiano faranno parte dell’allestimento permanente. Come dice il Presidente Boeri “La Triennale è la casa del design”, e la Giovannetti c’è.

Nel nuovo Museo del Design Italiano, che in questo suo primo allestimento vuole raccontare oltre trent’anni di creatività dal 1946 al 1981, sono esposti circa 200 oggetti, selezionati tra progettisti e aziende che hanno reso l’Italia famosa nel mondo per eccellenza e qualità. Accanto a Ettore Sottsass, Mario Bellini e alla Superleggera di Gio Ponti c’è il progetto di Alessandro Becchi con la Giovannetti.

Anfibio oggetto senza tempo, entrato da anni nella storia del design per la sua praticità, per le sue funzioni e per la sua semplicità, è stato progettato nel 1970 ed è esposto dal 1972 al MoMA di New York.

Non solo Anfibio, ma anche Papillon, Bazaar e Teso sono stati selezionati dal comitato scientifico e dal direttore artistico del Museo del Design Italiano, Joseph Grima, che ha affermato: “Quella che si apre è un’avventura che ha qualcosa di magico. La nostra speranza è che si trasformi in una specie di Grotta di Aladino, un viaggio attraverso la storia del design italiano”.

_____________________________________________________________

 

Museo del Design Italiano: Giovannetti is there

At the Triennale in Milan with Anfibio, Papillon, Bazaar e Teso

08april2019

Giovannetti products have a special relationship with museums around the world, present in 13 International Museums and, already inserted for several years at the Triennale in Milan, with the inauguration of the Italian Design Museum (“Museo del Design Italiano“) they will be part of the permanent exhibition. As President Boeri says “The Triennale is the house of design”, and Giovannetti is there.


In the new
Museum of Italian Design, which in its first exhibition wants to tell more than thirty years of creativity from 1946 to 1981, around 200 objects are exhibited, selected from designers and companies that have made Italy famous in the world for excellence and quality. Next to Ettore Sottsass, Mario Bellini and Gio Ponti’s “Superleggera” is the project by Alessandro Becchi for Giovannetti.


Anfibio timeless object, entered for years in the history of design due to its practicality, its functions and its simplicity, was designed in 1970 and is exhibited since 1972 at the MoMA in New York.


Not only Anfibio, but also
Papillon, Bazaar and Teso were selected by the scientific committee and the artistic director of the Italian Design Museum, Joseph Grima, who said: “A new adventure that has something magical about it is opening up. Our hope is that it becomes a kind of Aladdin’s Cave, a journey through the history of Italian design”.

**credit foto 1: Askanews

**credit foto 2: RAI TG1

Museo del Design Italiano – Fondazione La Triennale di Milano – Viale Emilio Alemagna 6, 20121 Milano

 

Please follow and like us: